Condividi questo articolo suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

I ritmi della vita moderna generano spesso tensioni emotive la cui evoluzione se protratta nel

tempo, in una prima fase può interessare l’apparato muscolo-scheletrico sotto forma di

contratture a volte dolorose.

In Medicina Tradizionale Cinese le contratture in genere sono lette come ristagni di qi, ovvero

blocchi di energia che non circola più in modo fluido, che è rimasta intrappolata da qualche

Laddove il Qi non scorre liberamente ma ristagna,si condensa e produce un’alterazione di

flusso all’interno dell’insieme olistico funzionale dei cinque organi-visceri che si riflette

nell’intero sistema di corpo-mente.

L’approccio del Qigong è semplice : utilizziamo il Qi della Mente (attraverso la concentrazione)

e il Qi del corpo fisico (attraverso gli esercizi) contemporaneamente. In questo modo il flusso di

Qi del corpo si concentra nella zona desiderata.

Rilassando con la mente costantemente concentrata nella zona del disturbo e muovendo con

esercizi lenti e guidati, apriamo la zona interessata in profondità.

Aprendo bene in profondità i blocchi si sciolgono ed il Qi torna a scorrere fluido in tutto il

La visione della schiena in Medicina Cinese

Lungo la colonna vertebrale scorre uno dei due principali meridiani energetici il Vaso

Governatore (V.G.); si estende dal coccige verso l’alto attraversando il cervello .

Lungo i lati delle vertebre (dx e sx) scorrono paralleli due rami del meridiano di Vescica Urinaria

(BL) , inizia a lato del coccige quindi sale in alto penetrando anch’esso il cervello.

Lungo questi meridiani si trovano punti (di agopuntura) precisi, direttamente collegati con i

cinque organi (cuore, polmone, fegato, pancreas/milza, rene ) e i cinque visceri (Piccolo

intestino, Grosso intestino, Vescica biliare, Stomaco, Vescica urinaria).

Attraverso gli esercizi di Zhineng Qigong andiamo a stimolare direttamente punti e zone in

stretto contatto con organi e visceri interni.

Benefici

La pratica agisce sull’intero organismo , nel suo insieme olistico di mente-corpo, attraverso

esercizi strutturati specifici pensata in particolare per chi soffre di :

 Cervicale

 Zona alta di torace e dorso,

 Spalle -Scapole

 Polso – Mano- Dita

 Zona Lombare-Sacrale

 Funzionalità digestiva

 Funzionalità organi riproduttivi

 Pressione arteriosa irregolare

Principi

La pratica del Zhineng Qigong si basa sulla teoria olistica Hun Yuan.

Le lezioni vengono condotte all’interno di un campo di Qi appositamente creato.

L’uso cosciente della mente è il fondamento della pratica a prescindere dall’esercizio

che si sta svolgendo. In tale situazione il cervello entra in una modalità ordinata, di

conseguenza le funzioni vitali migliorano.

Finalità

Aprire le zone interessate dal dolore-rigidità per ripristinare il libero scorrere di Qi e

sangue lungo il percorso di meridiani energetici principali e collaterali e vasi che

scorrono lungo il rachide .

Produrre rilassamento profondo agendo dall’interno.

Integrazione di mente e corpo.

Stato di Qigong*

Metodi

Concentrati e consapevoli attraverso l’uso cosciente della mente, si eseguono gli

esercizi all’interno di un campo di Qi in piedi e/o seduti.

Piccoli movimenti guidati,lenti, morbidi e ripetuti guidano il Qi in profondità

concentrandolo là dove serve .

Requisiti

Rimanere concentrati e consapevoli sull’esecuzione dell’esercizio.

* ”Stato di Qigong”

Stato superiore delle funzioni vitali diverso da sonno, veglia o ipnosi. Negli anni ‘80 è stato

oggetto di diverse ricerche scientifiche che ne hanno provato l’esistenza. Nello “stato di

qigong” le funzioni vitali migliorano la loro regolazione, il consumo di energia interna

diminuisce, i sistemi immunitario ed endocrino ne traggono beneficio, migliora anche la

regolazione dei parametri fisiologici e mentali, mente e corpo vengono

armonizzati.L’attività cerebrale si trasforma e le cellule cerebrali aumentano la propria

efficienza e di conseguenza le capacità latenti della mente vengono stimolate.