Condividi questo articolo suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page


Inizia la pratica delle arti marziali orientali con il Ju Jitsu. La ricerca di una disciplina che guardasse allo stesso tempo alla manifestazione fisica ma anche a quella mentale, lo avvicina all’AIKIDO, nel 1989.

Da subito frequenta stage internazionali, praticando con Maestri orientali, tra i quali Nobuyoshi Tamura, ed occidentali, Pierre Chassang sopra tutti.

Ed è nel lavoro nel Dojo con Pierre, e nelle lunghe conversazioni che ne seguivano, che si è andato delineando il fine della pratica dell’AIKIDO, quale strumento di ricerca interiore attraverso il confronto reciproco, per giungere all’unione con se stessi e con gli altri.

Anche l’insegnamento, che Massimo pratica a titolo amatoriale da oltre venti anni, in vari contesti, è parte del percorso intrapreso.